Prima casa

Prima casa

Se hai deciso di comprare casa e hai bisogno di un finanziamento per finalizzare l’acquisto, l’opzione più semplice e diffusa è sicuramente quella di accendere un mutuo prima casa: ci sono diverse possibilità riguardo a questa tipologia di mutuo, per cui è opportuno affidarsi a un consulente esperto che possa trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze.

L’acquisto della prima casa è un passaggio fondamentale nella vita di ogni persona, tuttavia molto raramente si dispone interamente della somma necessaria per l’acquisto dell’immobile, poiché si tratta di cifre molto elevate: il mutuo prima casa ti consente di avere a disposizione la liquidità per finalizzare l’acquisto, ma bisogna tener presente che un mutuo rappresenta anche un impegno della durata di svariati anni, per cui è essenziale scegliere la formula migliore e più adatta alla tua situazione economica.

Oggi la soluzione più utilizzata per il mutuo prima casa è il mutuo a tasso fisso: con questa opzione, infatti, il tasso di interesse rimarrà invariato dalla prima all’ultima rata, quindi non si rischia di andare incontro a brutte sorprese dettate dalla fluttuazione del mercato e conseguentemente dei tassi. Scegliendo invece il tasso variabile, il richiedente si assicura delle rate inizialmente più basse, tuttavia rimane in balìa delle fluttuazioni dei tassi, quindi potrebbe ritrovarsi a pagare una rata molto più alta con il passare degli anni.

Una via di mezzo tra queste due opzioni è rappresentata infine dal tasso misto, che consente al richiedente di cambiare tipologia di tasso a suo piacimento; chiaramente ci sono delle finestre temporali – ben definite dall’ente creditizio erogatore in fase di sottoscrizione – in cui questa operazione è possibile, tuttavia questa è una soluzione riservata a chi è molto ferrato in materia di economia ed è quindi in grado di leggere il mercato: viceversa ci si troverebbe a cambiare tasso senza cognizione di causa e quindi a rimetterci economicamente.

Un mutuo prima casa rappresenta comunque un’ottima soluzione, anche perché sono previste delle agevolazioni fiscali per chi acquista la prima casa: è infatti possibile scaricare dalla dichiarazione dei redditi parte delle spese relative al mutuo e pagare un’imposta sostituiva sull’importo pari allo 0,25%.

Se vuoi accendere un mutuo prima casa affidati ai nostri consulenti esperti nella mediazione creditizia, poiché sapranno trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze: contattaci subito e vieni a trovarci nella nostra filiale di Milano.

Vuoi saperne di più?

Leggi gli approfondimenti

Devo chiedere un mutuo: meglio il tasso fisso o il tasso variabile?

La risposta, come spesso accade in quesiti analoghi, è: “Dipende”.

Devo chiedere un mutuo: meglio il tasso fisso o il tasso variabile?

Finanziate clienti con contratto atipico?

Alcuni contratti atipici sono considerati redditi non stabili. In questo caso ha un peso particolare il merito creditizio di chi richiede il mutuo.

Finanziate clienti con contratto atipico?
Matteo Carena

Contattaci per un appuntamento

Matteo Carena

+39 3203852641
matteo.carena@kiron.it
WhatsApp chat