Prodotti assicurativi

Prodotti assicurativi

Uno dei prodotti più sottovalutati dagli Italiani nonostante ogni anno si impari collettivamente la lezione opposta sono le assicurazioni: troppo spesso per mancanza di un’adeguata polizza assicurativa si rischia di trovarsi a passare una brutta situazione, quando se al contrario si fosse stati più lungimiranti il problema si sarebbe potuto risolvere molto più facilmente.

La scarsa attenzione che gli Italiani in particolare riservano ai diversi prodotti assicurativi è probabilmente figlia del fatto che, per legge, chiunque possegga un’autovettura sia obbligato ad acquistare un’assicurazione, che spesso è tutt’altro che economica e si rivela per la maggior parte del tempo inutile e poco d’aiuto qualora ci si trovi vittima di qualche spiacevole imprevisto.

Il panorama delle assicurazioni è però molto più variegato di quanto si possa pensare e soprattutto comprende prodotti molto utili e spesso più economici di quanto si possa pensare, ma che possono fare la differenza qualora ci si trovi a fronteggiare un imprevisto.

Assicurazione sulla casa

L’esempio più classico di polizza assicurativa trascurata dalla maggior parte degli italiani è l’assicurazione sulla casa: chi compra la casa accendendo un mutuo, infatti, è obbligato a sottoscrivere un’assicurazione sulla casa, tuttavia chi è già proprietario di un immobile non ha quest’obbligo, e pertanto spesso non si preoccupa di stipularne una. Il risultato è che poi, in caso ad esempio di calamità naturale, non si viene tutelati in nessun modo e ci si trova in una situazione davvero molto spiacevole.

L’assicurazione sulla casa rientra nel cosiddetto ramo danni, ovvero una categoria che comprende tutti quegli eventi che possono arrecare un danno ai beni del patrimonio dell’assicurato, come ad esempio i danni alla casa e all’auto, alle sue possibilità di guadagno, al suo patrimonio nel suo complesso o alla sua persona.

Assicurazioni per danni contro le cose

Alcune tipologie di polizze assicurative facente parti del ramo danni sono ad esempio le assicurazioni “danni contro le cose”, nelle quali rientrano le coperture assicurative contro i danni a veicoli, abitazioni o qualsiasi bene fisico che faccia parte del patrimonio dell’assicurato; un’altra tipologia sono le assicurazioni “danni contro le persone”, dove viene offerta una garanzia in caso di infortunio o malattia e in generale di tutti quegli eventi che possano causare disagi economici e difficoltà che potrebbero ripercuotersi su tutta la famiglia; in questa categoria rientrano poi anche le assicurazioni sul “patrimonio o di spese”, che tutelano l’assicurato qualora il suo patrimonio venisse messo in pericolo da richieste di risarcimento provocate involontariamente a terzi o a causa di una spesa imprevista, come potrebbe essere ad esempio la necessità di cure mediche.

Polizze sulla vita

Il secondo ramo assicurativo – il cosiddetto “ramo vita” – comprende invece quelle polizze per le quali la compagnia assicurativa è tenuta a versare a uno o più beneficiari un capitale o una rendita qualora si verifichi un evento attinente la vita dell’assicurato o del contraente: i casi più comuni sono morte e invalidità. Queste tipologie di assicurazioni sono sostanzialmente una forma di risparmio con l’obiettivo di tutelare l’assicurato e i suoi familiari qualora accadesse qualcosa di imprevisto.

Le polizze sulla vita si dividono a loro volta in tre tipologie:

  1. le polizze “caso vita”, dove la compagnia assicurativa si impegna a riconoscere un capitale qualora l’assicurato sia in vita alla scadenza del contratto;
  2. le polizze “caso morte”, in cui l’assicurazione si impegna al pagamento di un indennizzo verso il beneficiario del contratto qualora l’assicurato deceda; le polizze “caso morte” possono essere temporanee, cioè la compagnia corrisponderà un risarcimento qualora il decesso avvenga nel corso della durata del contratto, oppure a vita intera, dove quindi il contratto copre l’intera durata vitale dell’assicurato;
  3. la terza tipologia è infine la polizza “mista”, dove la compagnia è tenuta a corrispondere il pagamento qualora l’assicurato sia ancora in vita alla scadenza del contratto, ma prevede anche il versamento di un capitale al beneficiario qualora l’assicurato deceda durante il periodo contrattuale.

Le polizze di questo tipo, in ogni caso, hanno moltissime varianti che necessitano un’indagine puntuale e un’informazione precisa: per questo motivo se vuoi tutelare nel modo più efficace te stesso e i tuoi cari la cosa più saggia è affidarsi a un consulente esperto, che possa trovare il prodotto assicurativo più adatto alle tue esigenze.

WhatsApp chat